fbpx

Desideri diventare “Bagnino di Salvataggio”

Ecco come fare…

Il contatto

E’ necessario prendere direttamente contatto con il Direttore responsabile della Sezione Territoriale della S.N.S. operativa (si consiglia la più vicina al proprio domicilio) per ottenere tutte le informazioni del caso: modalità d’iscrizione, il luogo, l’inizio e gli orari dei corsi, etc. (clicca su Sezioni per reperire i recapiti dei ns. referenti locali).

 

Requisiti per l’iscrizione al corso di “Bagnino di Salvataggio”

Per iscriversi al corso di “Bagnino di Salvataggio” presso una delle nostre Sezioni Territoriali è necessario:

– essere socio della Società Nazionale di Salvamento;

– essere in possesso di capacità natatorie;

– essere in idonee condizioni psicofisiche;

– avere un’età compresa tra i 16 e i 55 anni;

– essere cittadino italiano, dell’Unione Europea, o essere in possesso di permesso di soggiorno se cittadino extra UE.

 

L’iscrizione al corso di “Bagnino di Salvataggio”

Per ottenere l’abilitazione professionale è necessario:

– essere socio della Società Nazionale di Salvamento;

– iscriversi e frequentare il corso di formazione professionale;

– essere ammessi all’esame finale;

– superare con esito positivo l’esame di abilitazione finale.

La Commissione Esaminatrice per gli esami di “Bagnino di Salvataggio”

Come da Circolare Prot. n° 23054 del 10/03/2010 del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, modificata dalla Circolare Prot. n.° 059/int. del 31/03/2010, avente per oggetto “Esami per il rilascio dei brevetti di abilitazione al servizio di salvamento – Procedure e composizione della commissione”, la Commissione Esaminatrice è composta da:

 

1) un Ufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, di grado non inferiore a Tenente di Vascello, con funzioni di Presidente;

2) un rappresentante della Società Nazionale di Salvamento presso la quale il corso si è svolto;

3) un Medico in possesso dei requisiti previsti dalla succitata Circolare n.° 059/int. del 31/03/2010;

4) un Sottoufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, di grado non inferiore a Capo di 3^ classe, con funzioni di Segretario.

La Commissione Esaminatrice per gli esami di “Bagnino di Salvataggio per Piscina” è composta da:

  1. a) il Presidente Nazionale, o un delegato della Presidenza SNS, con funzioni di Presidente;
  2. b) un Istruttore nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio – I.A.MA.S.;
  3. c) un Medico;
  4. d) un Segretario.

 

Il regolamento degli esami

Prove d’esame

PROVE PRATICHE SALVATAGGIO A NUOTO:

– 25 m. rana subacquea (se la prova viene eseguita in piscina)

– sommozzare e ripescare un oggetto di 3-4 Kg su fondali di 4-5 metri (se la prova viene effettuata in mare)

– 25 m. stile libero

– 25 m. rana

– 25 m. dorso

– 25 m. stile libero testa alta, immersione e recupero pericolante sul fondo

– 25 m. trasporto pericolante e recupero sul bordo vasca

Le prove devono essere sostenute in un tempo massimo di 8 minuti.

 

PROVE DI VOGA:

Il candidato dovrà dimostrare di saper governare con perizia una imbarcazione a remi (moscone, battello) ed in particolare dovrà dimostrare:

– di conoscere l’azione della voga

– di saper attraccare alla banchina

– di saper evitare un ostacolo

– di saper affrontare le onde sia di prua che di poppa

– di saper eseguire in modo rapido e corretto un salvataggio

 

PROVE PRATICHE NODI:

Il candidato dovrà sapere eseguire velocemente e correttamente i seguenti nodi, sapendone indicare anche le funzioni:

– nodo semplice

– nodo savoia

– gassa d’amante semplice

– nodo bandiera semplice

– nodo margherita

– nodo stroppo

– nodo parlato semplice e giuncato

 

PRIMO SOCCORSO:

– Il candidato dovrà saper effettuare una valutazione circa il tipo di intervento da effettuare all’asfittico e dimostrare di essere in grado di effettuare correttamente tutte le manovre, anche preliminari, necessarie per praticare la respirazione artificiale col metodo bocca a bocca e di sapere effettuare il massaggio cardiaco esterno anche con l’uso del pallone Ambu.

 

PARTE TEORICA:

– nozioni elementari di Meteorologia: venti, aspetti e forza del mare

– nozioni elementari di legislazione: Ordinanza balneare delle Capitanerie di Porto

– trattamento dell’acqua in piscina

– il primo soccorso anche ai subacquei

– salvataggio in acqua – tecniche di intervento, di avvicinamento e di trasporto del pericolante

– nozioni di anatomofisiologia – apparato cardio-respiratorio

– apnea, sincope, annegamento

– il primo soccorso negli incidenti più comuni

– lesioni da animali marini comuni

A cura di www.salvamento.it

 


Contatta LIDIBALNEARI.it

Informazioni, Richieste, Segnalazioni, Preventivi










utilizza una email valida











[recaptcha]


Potrebbero interessarti

Lascia un tuo Commento