fbpx

Direttiva Bolkestein, l’Unione europea boccia la proroga

La commissione europea ha chiesto all’Italia di ritirare la proroga automatica di quindici anni delle concessioni balneari

Una notizia che arriva come una doccia fredda per gli stabilimenti balneari. Come riporta il quotidiano La Repubblica la commissione europea ha chiesto all’Italia di ritirare la proroga automatica di quindici anni delle concessioni balneari. In caso contrario entro l’estate scatterà la proceduta di infrazione. Il provvedimento riguarda circa 30mila imprese e 100mila addetti.

La Repubblica titola: ” Spiagge, l’Ue bacchetta l’Italia/ “No al rinnovo automatico/ delle concessioni balneari”/ Entro l’estate il via alla proceduta di infrazione perché la legge di Bilancio non rispetta, per scelta della Lega, la direttiva Bolkestein sula concorrenza”. L’applicazione della direttiva Bolkestein, avrebbe dovuto aprire le concessioni, cioè la gestione di beni demaniali come le spiagge, ad una fase di concorrenza, spezzando il sistema di rinnovi automatici nei confronti delle stesse imprese.

Articolo a cura www.cesenatoday.it


Contatta LIDIBALNEARI.it

Informazioni, Richieste, Segnalazioni, Preventivi










utilizza una email valida











[recaptcha]


Potrebbero interessarti